Carciofi da mangiare e recuperare

Un classico della cucina regionale Italiana, un ortaggio dalle molteplici proprietà ed impieghi oltre che gustoso. Nella cucina Romana esistono tre famose versioni: alla romana, alla Giudìa, fritti. Nella versione Giudìa e fritti, sono comunque fritti entrambi, in modo diverso. Nella versione alla Romana sono invece cotti al tegame con le patate, insaporiti con piccole aggiunte che variano a volte a seconda delle abitudini. Volendo prendere spunto dalla tradizione, ho dovuto allegerire la versione alla Romana con ottimo risultato e successo con i commensali. Dopo aver pulito i carciofi (senza eliminare le foglie esterne di scarto, che dopo essere state lavate sono state passate in forno a bassa temperature e lasciate essiccare per essere utilizzate per le tisane depurative) sono stati leggermente aperti e dentro è stato collocato dell'aglio, del prezzemolo e della menta. In un tegame piuttosto largo, una base di olio extra vergine di oliva, un po' di acqua, un po' di buon vino bianco leggermente frizzante ed una spolverata di menta. Cottura a bassa temperatura, con coperchio. Semplice, salutare ma gustoso!